Aderente a

English translations of ANGSA Lombardia texts by Dino Bressan and Jacqueline Walters, Melbourne, Australia

Ritorna alla pagina iniziale
freccia

Caratteristiche dell'autismo, cause, come si può trattare

Chi siamo: ANGSA Nazionale, ANGSA Lombardia, cronistoria

Componenti il Comitato scientifico di ANGSA

Elenco ultimi  numeri stampati

Bibliografia essenziale per l'autismo

Sedi territoriali ANGSA, Aziende Sanitarie Locali, Strutture di ricovero in Lombardia, Poli Sperimentali per l'Autismo in Lombardia, Scuole ed Enti Specialistici aderenti al Progetto "Rete di Scuole per l'Autismo"

Come contattare ANGSA Lombardia onlus

Ritorna alla pagina precedente

 

DICHIARAZIONE  DELLA SITUAZIONE REDDITUALE
PER I PENSIONATI DELLA GESTIONE PRIVATA RESIDENTI IN ITALIA
TITOLARI DI PRESTAZIONI COLLEGATE AL REDDITO

Il pensionato, titolare di prestazione collegata al reddito, ha per legge l’obbligo di dichiarare, entro il 31 marzo di ogni anno, all’Inps i redditi propri o, qualora previsto dalla normativa, anche del coniuge o dei componenti del nucleo, rilevanti per la prestazione.

Considerato questo obbligo, espressamente previsto dalla legge, l’Istituto, a partire dalla campagna ordinaria RED 2015, per l’acquisizione dei redditi relativi all’anno 2014, non invierà più comunicazioni cartacee ai pensionati della gestione privata, residenti in Italia, per richiedere le dichiarazioni reddituali ai fini delle verifiche delle prestazioni collegate al reddito.

NON devono presentare all’Inps la dichiarazione reddituale i pensionati, residenti in Italia, beneficiari delle prestazioni collegate al reddito:

Nei casi suddetti l’Istituto acquisirà le informazioni reddituali rilevanti per le prestazioni collegate al reddito direttamente dall’Agenzia delle Entrate o da altre banche dati delle Pubbliche Amministrazioni, come previsto dalla legge.

Casi in cui è obbligatorio rendere la dichiarazione reddituale all’Inps:

La Circolare n. 195 del 30-11-2015 individua i soggetti obbligati alla dichiarazione reddituale all’Istituto, e mette in evidenza, per ciascuna prestazione collegata al reddito, i casi in cui rilevano non solo i redditi del titolare della prestazione, ma anche quelli del coniuge o dei familiari.

Nelle tabelle allegate alla circolare, inoltre, sono presenti i riferimenti normativi e le tipologie reddituali rilevanti per ogni prestazione collegata al reddito.

COME SI PRESENTA LA DICHIARAZIONE REDDITUALE

I cittadini tenuti a rendere le dichiarazioni reddituali all’Istituto potranno comunicare i redditi rilevanti per le prestazioni collegate in godimento secondo una delle seguenti modalità:

LA NUOVA PROCEDURA DI DICHIARAZIONE ON LINE (RED SEMPLIFICATO)

In particolare, la nuova procedura di dichiarazione on line, con una semplice dichiarazione di conferma, consente al titolare della prestazione collegata al reddito di attestare, anche il caso di situazione reddituale invariata rispetto all’anno precedente, di confermare l’avvenuta dichiarazione integrale all’Agenzia delle Entrate (tramite modello 730 o Unico) dei redditi rilevanti sulla prestazione.

Qualora il cittadino non abbia integralmente dichiarato all’Amministrazione Finanziaria la situazione reddituale rilevante (propria e, se previsto, dei familiari) potrà rendere la dichiarazione reddituale completa con una modalità guidata e facilitata. In quest’ultimo caso, il pensionato potrà visualizzare l’elenco delle prestazioni in godimento e l’elenco preciso dei redditi che deve dichiarare all’Inps, indicando accanto a ciascuno il relativo importo.

Aggiornato al 20 gennaio 2017

webmaster al.bo.

Inizio pagina